… nella cooperazione donne sempre più protagoniste …

8 marzo: Alleanza Cooperative, nella cooperazione donne sempre più protagoniste

“L’8 marzo è una giornata spesso associata a celebrazioni rituali, per Alleanza delle Cooperative Italiane, invece, è un’occasione per ribadire il suo impegno a contribuire perché il ruolo della donna sia centrale in tutti i contesti della società “.

Ad affermarlo è Mauro Lusetti, presidente dell’Alleanza delle Cooperative, anche a nome dei copresidenti Maurizio Gardini e Giovanni Schiavone, in occasione della giornata internazionale della donna.

“L’Alleanza delle Cooperative Italiane -sottolinea Lusetti- crede fortemente nell’importanza della promozione di una cultura di parità di genere e attenta al ricambio generazionale. Ne è una testimonianza anche il protocollo siglato lo scorso 30 gennaio tra le centrali cooperative ed i sindacati confederali CGIL, CISL e UIL, per prevenire e contrastare le forme di discriminazione di genere e violenza sui luoghi di lavoro”.

“Nonostante le battaglie che hanno visto e vedono impegnati i partiti, i sindacati, le organizzazioni d’impresa, l’associazionismo femminile, la donna subisce ancora tante discriminazioni -precisa Anna Manca, residente della Commissione Donne e Parità dell’Alleanza delle Cooperative, anche a nome delle copresidenti Annalisa Casino e Sandra Miotto-. Per questo il nostro impegno è in primo luogo volto alla promozione di politiche e di strumenti per supportare e migliorare il lavoro delle donne che hanno pagato il prezzo più alto della crisi economica di questi anni.

Nella giornata dedicata alla donna esprimiamo la nostra solidarietà a tutte le cooperatrici ed i cooperatori che, a causa delle misure adottate per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, si trovano a vivere situazioni di difficoltà.

Il nostro auspicio, nella Giornata internazionale della donna, è che con l’impegno di tutti, e di uomini e donne insieme, si lavori alla costruzione di una società sostenibile, fondata su una reale e concreta parità di genere”.