“Trinità un nome, una storia e non sei più straniero”

E’ un filmato redatto sui racconti dei migranti ospitati presso il castello Conte Costa di Trinità. Le porte di Trinità si sono “aperte” ai profughi e loro si sono “aperti” al paese. Dall’Africa, attraversando il Mediterraneo, sono giunti in Italia dopo un viaggio dalle tinte drammatiche. Il film vuole dare voce al loro presente e al loro passato e li vede doppiamente protagonisti perché hanno raccontato e si sono raccontati con la videocamera in mano. I loro occhi hanno filmato alcuni angoli di Trinità in un omaggio al paese che li ospita. Il documentario ha ricevuto una menzione speciale al concorso nazionale “Scrivere Altrove” promosso dalla Fondazione Nuto Revelli. A cura di Raffaele Massano, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Il Laboratorio della fantasia” che nasce per promuovere la cultura in tutte le sue forme, in particolare attraverso il cinema, il teatro e la musica. Lo scopo primario è quello di permettere a tutti di entrare in contatto con il mondo della “Fantasia” attraverso l’organizzazione di concerti, proiezioni, mostre, convegni, laboratori creativi per grandi e soprattutto piccoli, rappresentazioni teatrali e eventi che coinvolgano chiunque nell’esprimere la propria creatività.

San Paolo soc. cooperativa sociale Vi aspetta il 4 ottobre alle 17,30 al Caffè Fantino in Corso Nizza 28 a Cuneo – saletta al piano inferiore.